It.Cultura.Storia.Militare On-Line
invia stampa testo grande testo standard
Bookmark and Share
[HOME] > [icsm WORLD] > [Reportage: Vallo Alpino]
Vallo Alpino: Centro Logistico di San Nicolao
di Gianfranco Genta © (02/07)
Per supportare le esigenze logistiche delle varie opere previste nel 1939 con il programma che avrebbe portato al raddoppio del I Sistema difensivo del IX Settore "MONCENISIO" venne progettato il Centro Logistico di San Nicolao, una grande opera totalmente in caverna, sicuramente la più grande dell'intero settore. Si componeva di tre caverne distinte, destinate a contenere il deposito munizioni, il ricovero materiali e i viveri. Le tre caverne, parallele fra loro e alla sede stradale erano lunghe circa 60 metri, larghe circa 5 e mezzo e alte 4 e mezzo. Erano unite da tre corridoi (perpendicolari alle medesime) lunghi ciascuno circa 70 metri, larghi 2 metri e mezzo ed alti 3. Due di questi corridoi raggiungevano le caverne alle estremità mentre un terzo le tagliava perpendicolarmente a metà. I lavori per la costruzione del Centro Logistico, posizionato una trentina di metri sopra l'opera 302, iniziarono nel maggio 1940 e furono sospesi nel corso del 1942 quando erano terminati i lavori di scavo ed erano iniziati quelli di rivestimento.

Al momento attuale il Centro si presenta con i tre ingressi scavati nella roccia, le gallerie interne tutte al livello di scavo tranne l'ultima che risulta rivestita a metà. All'interno sono numerose le infiltrazioni d'acqua e onestamente più che visitare un'opera in caverna si ha l'impressione di scendere in una miniera. Visita comunque consigliata. Tutti i numeri relativi a ingressi e caverne riportati nel presente reportage sono stati attribuiti dallo scrivente.

Foto 1: la Piana di San Nicolao vista dalle "Scale". Alla dx del ponte sul bacino artificiale si distingue lo sperone roccioso in cui è ubicata l'Opera 302. Il Centro Logistico è ubicato subito sopra al lato sx della strada(Percorso ex ferrovia Fell). Foto 2: l'ingresso n.3 del Centro Logistico.
Foto 3: l'ingresso visto dall'interno. Foto 4: la galleria di accesso a sx la derivazione alla caverna n.1.
Foto 5: la caverna n.2. Foto 6: parte priva del rivestimento della caverna n.3.
Foto 7: inizia la parte rivestita lunga circa 30 metri. Foto 8: punto di giunzione fra il rivestimento della volta e la roccia.
Foto 9: la parete laterale e a sx la derivazione che conduce all'ingresso n.2. Foto 10: particolare del locale rivestito.
Foto 11: sono evidenti le tracce di umidità del locale. Foto 12: la volta curva all'estremità sud del locale.
Foto 13: l'ingresso n.2 visto dall'interno. Foto 14: parte del rivestimento in muratura dell'interno dell'accesso 2.
Foto 15: la nicchia ce conduce al locale n.3. Foto 16: l'ingresso n.2 visto dal locale n.3.
Foto 17: il lato sud del locale n.3:la nicchia conduce all'ingresso n.1. Foto 18: l'ingresso n.1 visto dall'interno.
Foto 19: lato sud della caverna n.2. Foto 20: lato sud della caverna n.1.
Foto 21: corridoio dell'accesso. Punto di giunzione fra volta e roccia. Foto 22: alla fine della parte rivestita il lato sud del locale n.3.
Foto 23: vista interna dell'ingresso n.1. Foto 24: ingresso n.1.
RICOVERO "X"

Questo ricovero in caverna, denominato X dallo scrivente è posizionato una cinquantina di metri dal 1° ingresso del Centro Logistico ed e composto da un unico locale lungo 20 metri, largo 4 e alto altrettanto(misure approssimative) servito da due ingressi che dopo un percorso rettilineo di 10 metri nella montagna conducevano alle estremità del ricovero. Tranne gli accessi esterni sia il camerone che i corridoi di accesso risultano completi del rivestimento. Non sono in grado di riferire la destinazione di questo ricovero anche se è facile supporre che fosse destinato al personale del vicino Centro Logistico.

Per chi fosse interessato a una visita si consiglia di lasciare l'auto al parcheggio sulla dx presente all'inizio della Piana di San Nicolao ed imboccare la strada a sx (vecchia sede della Ferrovia Fell) della RN.6 fino a trovare a sx gli ingressi dell'opera.

Spero che le fotografie, meglio delle parole riescano a far comprendere lo stato dei lavori di queste opere, sospesi nel 1942 quando i pensieri del nostro Stato Maggiore non erano più sicuramente rivolti a come si sarebbe potuto fermare un invasione Francese.

Foto 25: vista dalla zona del Ricovero. Foto 26: corridoio di accesso n.2 al ricovero X.
Foto 27: acqua sul pavimento e umidità sui muri. Foto 28: collegamento fra corridoio e lato nord del ricovero.
Foto 29: l'ingresso n.2 visto dall'interno. Foto 30: interno del ricovero visto verso nord.
Foto 31: nicchia verso l'ingresso n.2. Foto 32: interno del ricovero visto verso sud.
Foto 33: parete sud del ricovero. Foto 34: resti di un listello di legno di armatura.
Foto 35: nicchia verso l'ingresso n.1. Foto 36: stalattiti sulla volta del corridoio.
Foto 37: inizio del tratto rivestito del corridoio di accesso n.1. Foto 38: l'ingresso n.1 visto dall'interno.
Foto 39: ingresso n.1. Foto 40: vista esterna dell'ingresso n.1.
PIANA DI SAN NICOLAO

Dopo aver visitato l'Opera 302 e il Centro Logistico penso di far cosa gradita ai lettori illustrare fotograficamente quella che è la Piana di San Nicolao. Si tratta di un grande pianoro posizionato a 1700 m. di quota,percorso interamente dalla RN 6 e da un bacino artificiale. Subito dopo l'opera 302 è posizionata la Regia Casa di Ricovero n.VI, uno dei 23 ricoveri per viandanti e persone in difficoltà voluti da Napoleone ai bordi della strada che da Susa conduce a Lanslebourg. Alla fine della Piana, nei pressi di un alpeggio sono posizionate la Cappella di San Nicolao del XIII secolo nei cui pressi passava il confine fra il Piemonte e la Savoia e l'ex Centrale elettrica, attualmente sede di un allevamento di cani nordici. Qui la strada con una serie di tornanti denominati "Le Scale" superando un dislivello di circa 200 metri ci conduce alla Borgata Gran Croce ora abbandonata). Qui inizia l'altopiano del Moncenisio.

Mentre la visita al Centro Logistico e al Ricovero X è stata effettuata dallo scrivente il 21 gennaio 2007 le fotografie riguardanti la Piana di San Nicolao sono state eseguite nel corso di varie escursioni.

Foto 41: qui inizia la Piana di San Nicolao. Foto 42: le paratie del bacino artificiale,visibile sullo sfondo il muraglione della diga del Moncenisio.
Foto 43: la Regia Casa di Ricovero n. VI, visibili sullo sfondo i tornanti detti "Le Scale". Foto 44: targa esplicativa della medesima.
Foto 45: alpeggio e Cappella di San Nicolao. Foto 46: Cappella di San Nicolao.
Foto 47: targa esplicativa posizionata sulla medesima. Foto 48: vista della Piana dalle "Scale".
Foto 49: l'ex centrale elettrica. Foto 50: vista estiva della Piana di San Nicolao.
RIPRODUZIONE RISERVATA ©
[HOME] > [icsm WORLD] > [Reportage: Vallo Alpino]