Chiudi finestra

Alec Guinness
di Piero F.

Alec Guinness de Cuffe (1914-2000) non è stato soltanto uno dei più grandi attori inglesi di sempre, ma anche uno dei più straordinari interpreti dell'intera cinematografia mondiale. Non fu mai un "divo", era troppo timido e schivo per diventarlo, eppure la sua presenza era sufficiente per dare una patina di nobiltà a qualsiasi film. La sua timidezza lo indusse, all'inizio della carriera, ad accettare trasformazioni fisiche anche evidenti (iniziò con le riduzioni dickensiane di David Lean, Grandi Speranze e Oliver Twist, dove impersonava personaggi deformi) e questa sua propensione al trasformismo fu esaltata dal tour de force di Sangue blu, in cui interpretava ben otto parti (anche femminili!). Durante gli anni '50 divenne un gustoso commediante dall'aria candida e svanita, che contribuì al successo della piccola casa di produzione Ealing. Il mondo si accorse di lui grazie alla nomination come miglior attore per L'incredibile avventura di Mr. Holland (1951), cui seguì l'impareggiabile La signora Omicidi (1955), e infine Il ponte sul fiume Kwai, che diede una svolta alla sua carriera rivelando la drammaticità di una maschera che si pensava fosse solo "comica".

L'Oscar ottenuto per quella parte rimase l'unico (ma ne ricevette anche uno "alla carriera" nel 1979) anche perché Guinness si dedicò con impegno a raffigurare personaggi storici, dall'imperatore Aurelio fino Hitler, ritornando di quando in quando alla commedia, suo antico amore. Per La bocca della verità, di cui era interprete e sceneggiatore, fu candidato all'Oscar per la sola sceneggiatura, e in chiusura di carriera ebbe altre due nomination come attore non protagonista (per il suo indimenticabile Obi Wan Kenobi di Guerre stellari, e per la saga in due parti La piccola Dorritt).

WAR FILMS
Pochi, ma raccomandabili, i film di guerra di Guinness. Naturalmente il suo colonnello nel Ponte sul fiume Kwai è il punto più alto della sua carriera, ma è impressionante anche la sua interpretazione del collerico Hitler chiuso nel bunker mentre intorno crolla il suo Walhalla.

The Malta Story, 1953 [Una storia di guerra]
The Bridge on the River Kwai, 1957 [Il ponte sul fiume Kwai]
Lawrence of Arabia, 1962 [Lawrence d'Arabia]
The Fall of the Roman Empire, 1964 [La caduta dell'Impero Romano]
Doctor Zhivago, 1965 [Il dottor Zivago]
Situation Hopeless - But Not Serious, 1965 [Situazione disperata ma non seria]
Cromwell, 1970 [Cromwell]
Hitler: The Last Ten Days, 1973 [Gli ultimi dieci giorni di Hitler]
Star Wars, 1977 [Guerre stellari] Appare brevemente anche nei due sequel del 1980 e 1983
RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Chiudi finestra