English
Italiano
MENU PRINCIPALE
ORGANIZZAZIONE
PREPARAZIONE
STORIA
DATI TECNICI
Award ricevuti
Date un'occhiata!
HTML 4.01 valido
convalida HTML 4.01!
Preparazione: mezzi navali - Sottomenu
Corazzate Portaerei Incrociatori Cacciatorpediniere Sommergibili M.A.S.

preparazione - mezzi navali: M.A.S. e mezzi d'assalto

Mezzi di assalto e M.A.S., insieme ad i sommergibili sono i mezzi caratteristici e più redditizi per una Marina inferiore; così, pensando ai brillanti risultati ottenuti da tali mezzi durante la prima Guerra Mondiale, la Regia Marina, nel 1935, ne riprese lo studio e la costruzione.

Si pensò, giustamente, visto i brillanti risultati che effettivamente ci furono, che i mezzi d'assalto avrebbero dato un'ottima prova di sè nello stretto bacino del Mediterraneo, soprattutto se si avesse dovuto affrontare Marine più forti e numericamente superiori.

esercitazione di M.A.S.

I mezzi di assalto impiegati dalla Regia Marina nella seconda Guerra Mondiale furono:

  • M.A.S. o motoscafi armati siluranti (anche motoscafi anti sommergibile), con un dislocamento compreso tra le 20 e le 28 tonn., circa 45 nodi di velocità, armati con due lanciasiluri da 450 mm., da sei a dieci bombe da getto ed una mitragliera contraerea.
  • Sommergibili tascabili, detti C.B. con dislocamento di circa 30 tonn. armati con due siluri e con un equipaggio di quattro uomini, molto simili, per costruzione, al modello giapponese.
  • S.L.C. o siluri a lenta corsa, noti con il nome di "maiali", pilotati da due uomini muniti di autorespiratore che viaggiavano a cavallo dell'arma; nella testa del siluro era contenuta una carica esplosiva, che veniva staccata sott'acqua ed applicata allo scafo della nave nemica attaccata.
  • M.T.M. (motoscafo da turismo modificato) piccoli motoscafi suicidi, noti con il nome di "barchini", pilotati da un unico uomo, che si gettava in mare cento metri prima di urtare il bersaglio, lasciando a sè stesso il barchino in piena velocità.

Un barchino

  • Cariche di esplosivo portate sott'acqua da sommozzatori specializzati, detti uomini G (gamma), che venivano piazzate alle carene di navi mercantili o comunque non corazzate.

Al momento di entrare in guerra erano in servizio una cinquantina di M.A.S. di recente costruzione, sufficientemente numerosi per i primi mesi di guerra ed adatti all'utilizzo nel Mediterraneo centrale.

Il MAS 558 "serie 500"

Gli altri tipi di mezzi d'assalto non erano invece ancora pronti in numero sufficiente, e, per di più, non erano ancora perfettamente a punto per poter essere impiegati subito nel momento in cui venne dichiarata la guerra. Il primo attacco di mezzi d'assalto italiani alla base di Gibilterra avvenne alla fine di ottobre del 1940. In realtà vi furono due precedenti tentativi, che però vennero abbandonati sul nascere.

Nota:

Il nome M.A.S. venne introdotto per la prima volta nel 1915, quando alla S.V.A.N. (Società Veneziana Automobili Navali) fu ordinata la costruzione di due motoscafi con compiti di silurante, che assunsero poi la denominazione ufficiale di "Motobarche Armate S.V.A.N.", M.A.S. appunto, denominate con i numeri 1 e 2.
Già in fase di progetto queste unità vennero talvolta chiamate "Motobarche Armate Siluranti", denominazione che rimase quando altri cantieri iniziarono la costruzione di altre unità.
In seguito alla parola "motobarca" si sostituì quella che era diventata di uso più comune, "motoscafo", e quindi la caratteristica sigla M.A.S. seguita da un numero fu assegnata a tutti i motoscafi armati costruiti per la Regia Marina, indipendentemente dal loro utilizzo (siluranti, posamine, cannonieri, antisommergibili, ecc.).


Inizio pagina

CONTATTI E RICERCA


Cerca nel sito: Google
Nota: "Children's Online Privacy Protection Act"
La Children's Online Privacy Protection Act del 21 aprile 2000 è una regolamentazione americana, ma che mi sembra corretta. Di conseguenza, se avete meno di 13 anni, vi invito a non inviare informazioni personali a questo sito sia firmando il mio guestbook che mandandomi email che contengano il vostro nome, età, indirizzo email, o qualsivoglia informazione personale o che permetta di contattarvi. Per inviare a questo sito informazioni personali dovete ottenere il permesso dei vostri genitori.

Il contenuto del sito non può essere pubblicato o messo in mirroring su un altro server senza permesso scritto del webmaster.