Unstoppable Sinner, dopo gli Australian Open è caccia al numero 1: come cambia la classifica con il successo allo slam

Sinner inarrestabile, ecco come si posiziona nel ranking ATP dopo la prima vittoria agli Australian Open: è caccia aperta al n.1.

La vittoria agli Australian Open rappresenta la definitiva consacrazione di Jannik Sinner. Il 22enne di San Candido è entrato nell’olimpo dei grandi della racchetta con una vittoria storica, quinto italiano a trionfare in un torneo dello Slam, e il primo sul cemento.

Jannik Sinner come cambia ranking ATP dopo Melbourne
Jannik Sinner, come cambia per lui la classifica dopo il trionfo sul cemento di Melbourne? ANSA FOTO Icsm.it

Il 28 febbraio 2024 rimarrà una data storica per il campione altoatesino. Il tennista della Val Pusteria è stato capace di spezzare un incantesimo che durava da 48 anni – l’ultimo italiano vincente nello Slam fu Adriano Panatta al Roland Garros – piegando in rimonta il russo Daniil Medvedev al quinto set dopo aver estromesso in semifinale sua maestà Novak Djokovic, reduce da 33 vittorie consecutive a Melbourne.

Il trionfo sul cemento australiano ha permesso a Sinner di portarsi a casa non solo la gloria sportiva ma anche un ricco montepremi e punti importanti nel ranking ATP. A proposito di classifica, come cambierà la posizione di Jannik Sinner nel ranking ATP dopo aver vinto l’Australian Open? 

Classifica ATP, come cambia dopo la vittoria di Sinner agli Australian Open

Prima del torneo australiano Sinner si trovava al quarto posto nella classifica ATP, preceduto dai top 3 Medvedev, Alcaraz e Djokovic. Agli Australian Open il tennista azzurro ha battuto sia il numero 1 che il numero 3 ATP. Come cambia il ranking ATP dopo la sua vittoria?

Classifica ATP dopo vittoria Sinner agli Australian Open
Il 2024 è cominciato col botto per Jannik Sinner con la prima vittoria nello Slam ANSA FOTO Icsm.it

Per il momento non cambierà nulla. Dopo aver alzato il trofeo degli Open australiani Sinner rimarrà ancora al quarto posto del ranking ATP. Ancora troppo ampio il distacco che lo separa dal primo posto di Novak Djokovic e anche la distanza dalla terza posizione di Medvedev non appare colmabile per ora. 

Durante il suo percorso che lo ha portato a sbaragliare tutti gli avversari a Melbourne il talento pusterese ha guadagnato quota 8310 punti. Un punteggio insufficiente però per insidiare i 8765 punti di Medvedev che aveva messo in cassaforte il terzo posto superando Zverev nell’altra semifinale. Attualmente Sinner rimane ancora fuori dal podio dei tre tennisti più forti del mondo, occupato rispettivamente da Novak Djokovic (9855), Carlos Alcaraz (9255) e Daniil Medvedev (8765).

Tutto fa pensare però che la rincorsa di Jannik ai gradini più alti del ranking ATP sia appena cominciata. Basti pensare che imponendosi in finale agli Open contro il russo Sinner ha centrato la decima vittoria nei suoi ultimi 11 incontri contro un top 5 ATP. Ultimo a batterlo tra i primi 5 al mondo nel recente passato è stato Djokovic nella finale delle ATP Finals. Da allora l’italiano ha ingranato la quinta trascinando prima l’Italia a vincere la Coppa Davis (prendendosi una sonora rivincita proprio sul serbo) e poi arrivando a trionfare in terra australiana.

Impostazioni privacy