Zuppe confezionate, alimento sicuro? Devi prestare attenzione a questo ingrediente

Le zuppe confezionate sono un alimento sicuro? È arrivato il momento di svelare la verità su questo prodotto molto apprezzato dai consumatori.

In un mondo sempre più frenetico, i prodotti come le zuppe confezionate sono la soluzione ideale per salvare la cena. Ma è giusto domandarsi se questa scelta alimentare faccia davvero bene alla nostra salute.

Zuppe confezionate
Le zuppe confezionate non sono proprio una sana scelta Icsm.it

Da tempo sappiamo che gli alimenti che vengono trasformati, attraverso processi industrializzati, non fanno bene alla salute umana. Per questo motivo bisognerebbe sempre preferire alimenti freschi e che siano trasformati il meno possibile.

È dunque chiaro che non si potrà mai paragonare una zuppa realizzata con verdure fresche ad una confezionata. Ma non è il caso di demonizzare questo prodotto. Scopriamo qual è l’ingrediente a cui bisogna prestare attenzione quando si sceglie una zuppa confezionata.

Zuppe confezionate: pro e contro

Gli alimenti freschi come frutta e verdura, uova, carne, pollo, pesce, noci sono indubbiamente la scelta migliore sotto l’aspetto alimentare. Tuttavia, può risultare pratico acquistare prodotti confezionati che in pochi minuti ci permettono di mettere a tavola un piatto gustoso.

pro e contro delle zuppe confezionate
Le zuppe confezionate sono davvero sane? Icsm.it

Le zuppe confezionate appartengono alla categoria degli alimenti trasformati. Si tratta di alimenti freschi che vengono lavorati aggiungendo zucchero, olio, sale e altri ingredienti solitamente utilizzati in cucina. Appartengono a questa categoria i cibi in scatola, i formaggi, la carne il pesce affumicato, etc. Anche se sarebbe il caso di preferire alimenti freschi, le zuppe confezionate non sono da demonizzare. Tuttavia, è importante imparare a leggere l’etichetta cercando di evitare i cibi che hanno una lunga lista di prodotti, difficili da decifrare.

Tra i valori che bisogna osservare nella tabella nutrizionale, anche quando si acquista una zuppa confezionata, ci sono: i grassi, il sale, lo zucchero e la fibra. Generalmente, questi elementi sono indicati in valore percentuale giornaliero. Se sull’etichetta è espresso un valore superiore al 15%, significa che il prodotto contiene una quantità eccessiva di quell’elemento. Se invece il valore inferiore al 5%, vuol dire che ne contiene poco.

Anche se siamo sempre di fretta, è possibile curare con attenzione la propria alimentazione pianificando i pasti e comprando il cibo dell’intera settimana. Si tratta di un metodo semplice che, unito alla preparazione di cibi, magari durante il weekend, permette di portare in tavola un pasto sano e bilanciato, evitando i prodotti confezionati. Gli alimenti confezionati, infatti, devono essere l’ultima scelta a nostra disposizione e dunque consumati con estrema moderazione.

Impostazioni privacy