It.Cultura.Storia.Militare On-Line
invia stampa testo grande testo standard
Bookmark and Share
[HOME] > [icsm WORLD] > [Reportage: Vallo Alpino]
Vallo Alpino: Caposaldo Orco: Postazione 71
di Gianfranco Genta © (11/10)
Realizzata nel 1939 secondo i dettami della Circolare 7000 ad una quota di 2400 m slm la Postazione 71 era armata con una mitragliatrice e dotata di una fotofonica(Probabilmente mai installata) che permetteva il collegamento con la dirimpettaia Postazione 72bis. La 71 con il fuoco della sua arma batteva la zona della provenienza dal Pian Ballotta su cui convergevano i sentieri provenienti dai Passi Galisia e Losa. Era protetta alle spalle dalla Postazione 71bis, un'altra 7000 armata con una mitragliatrice. Di quest'ultima non resta praticamente nulla essendo sprofondata nella voragine provocata dall'esplosione della carica destinata alla demolizione di un silo utilizzato durante la costruzione della diga nel 1948, come sostenuto da M.Boglione in FESTUNG 7. La parte franata è tutt'ora visibile sulla sx orografica del lago.

Proseguendo oltre la 71 raggiungeremo in breve il Rifugio Pian della Ballotta che era in origine una casermetta della GaF ed ora un rifugio alpino gestito dal Club Alpino Italiano di Rivarolo Canavese(TO). A coloro che fossero interessati alla visita si consiglia di lasciare l'auto nel piazzaletto al tornante sopra la diga ed imboccare il ben segnalato sentiero verso il Passo della Losa. La postazione 71bis,o meglio i miseri resti, si raggiungeranno dopo pochi minuti di cammino alla quota di 2370 m mentre la 71 la troveremo leggermente in alto sopra il sentiero alla nostra dx dopo circa un quarto d'ora di cammino. Un altro quarto d'ora di cammino e raggiungeremo il Rifugio Pian Ballotta (Ex casermetta GaF) con splendida vista sulla conca del lago Serrù, ubicato a 2470 m di quota sulla dx orografica del canalone denominato Piccolo Colluret che dal rifugio Pian Ballotta conduce al Piano omonimo. L'escursione descritta è stata effettuata dallo scrivente il 14 settembre 2010.

Foto 1: il cartello indicatore del sentiero che dovremo percorrere per raggiungere la 71 e il rifugio Pian Ballotta. Foto 2: visibile in primo piano il segno della frana, sulla cui sommità era posizionata la 71bis. Sullo sfondo l'imponente bastionata rocciosa delle cime Galisia, Bousson e Basei.
Foto 3: i resti della 71bis visti dal basso. Foto 4: i resti della 71 bis visti dal sentiero.
Foto 5: abbiamo superato i resti della 71bis ed abbiamo individuato una ventina di metri sopra noi la Postazione 71. Foto 6: perfettamente mimetizzata con l'ambiente circostante la facciata S della 71 con l'apertura della fotofonica.
Foto 7: vista ravvicinata del fronte S, per aumentare protezione e mimetismo la postazione è stata realizzata a ridosso di un enorme masso presente in loco. Foto 8: la parte posteriore della postazione, sullo sfondo il grande anfiteatro morenico occupato in passato dal ghiacciaio della Capra.
Foto 9: vista con il masso al quale si appoggia la 71. Foto 10: vista da E con masso e ingresso.
Foto 11: l'ingresso. Foto 12: iniziamo la breve visita all'interno.
Foto 13: la tubazione della presa d'aria posizionata sull'ingresso è stata scelta da un volatile per edificare il nido. Foto 14: il piccolo ricovero e l'accesso alla casamatta dell'arma.
Foto 15: l'apertura del condotto della fotofonica. Foto 16: il condotto punta esattamente sulla 72bis.
Foto 17: l'apertura della fotofonica vista dall'esterno. Foto 18: la casamatta dell'arma.
Foto 19: nicchie sulla parete della casamatta. Foto 20: il basamento dell'arma.
Foto 21: la feritoia con il rivestimento metallico. Foto 22: campo di tiro dell'arma.
Foto 23: la cannoniera vista dall'esterno. Foto 24: la 71 vista da SW.
Foto 25: la 71 vista da SW. Foto 26: la 71 vista da SW.
Foto 27: l'ingresso visto dall'interno,notare il grande masso al quale si appoggia il fronte E della postazione. Foto 28: vista dall'interno.
Foto 29: anche dalla 71 un salutissimo agli amici di ICSM, ma la giornata non è finita. Adesso ci dirigiamo verso l'ex casermetta GaF diventata Rifugio Pian Ballotta. Foto 30: ritornando verso il sentiero non possiamo far a meno di notare i numerosi picchetti che sostenevano i vari ordini di reticolati.
Foto 31: visibile a mezza costa il sentiero percorso sinora. Foto 32: l'ex Casermetta GaF è ormai in vista.
Foto 33: l'ex casermetta GaF e a dx il canalone del Piccolo Colluret. Foto 34: l'ex casermetta GaF è diventata il Rifugio Pian Ballotta.
Foto 35: il piccolo terrazzo del rifugio. Foto 36: l'originale fontanella presente sul terrazzo.
Foto 37: l'insegna del CAI presente al rifugio. Foto 38: l'incomparabile vista sul Lago Serrù dal terrazzo del rifugio.
RIPRODUZIONE RISERVATA ©
[HOME] > [icsm WORLD] > [Reportage: Vallo Alpino]