Chiudi finestra

Jack Warden
di Piero F.

Jack Warden (pseudonimo di John Lebzelter, nato nel 1920) è un caratterista dalla lunghissima carriera, che paradossalmente ha raggiunto il successo e la notorietà solo diventando anziano, con ruoli da "vecchio saggio" che contrastano buffamente con i personaggi che interpretava da giovane, quasi tutti popolareschi, superficiali e volgari. Nella vita reale l'attore, cresciuto nel Kentucky, era stato davvero uno scavezzacollo: diciassettenne, faceva il pugile dilettante (pesi welters) e per poter combattere partecipava alle riunioni sotto falso nome e dichiarando un'età superiore. Diciottenne, si arruolò nella Marina militare con una ferma di tre anni, per poi passare alla Marina mercantile. Ma nel 1942 lasciò la Marina per arruolarsi nei paracadutisti, dove divenne sergente istruttore e partecipò all'invasione della Francia (battaglia delle Ardenne) con la famosa 101ma Aviotrasportata. Spezzatosi una gamba in seguito a un lancio, e costretto all'immobilità in ospedale, lesse finalmente qualche libro: si dice che dopo aver letto una commedia di Clifford Odets si innamorò del teatro, e decise che sarebbe diventato un attore.
Debuttò a Broadway, in parti di contorno, nel 1951, e quasi contemporaneamente arrivarono le prime offerte dal cinema, dove, inizialmente, interpretò parti di militare indisciplinato e sbruffone. Nel 1957 ebbe occasione di mettersi in luce (ma sempre con personaggi rozzi e sboccati) in La parola ai giurati e Nel fango della periferia; l'anno successivo tornò in un ruolo militare, finalmente positivo, in Mare Caldo, e via via, anno dopo anno, una serie di presenze in film importanti (per esempio, Tutti gli uomini del Presidente). Ma rimase sempre un caratterista di medio calibro finché, alla soglia dei 60 anni, la sua carriera ebbe una svolta con film come Il paradiso può attendere, Assassinio sul Nilo, e soprattutto Il verdetto, dove perfezionò il suo nuovo personaggio di anziano e fidato consigliere del protagonista, personaggio che sarebbe diventato da lì in poi la sua specializzazione, facendone un "caratterista di lusso" molto richiesto da registi e produttori, e altrettanto gradito al pubblico. Paradossalmente, lavora di più a 80 anni suonati di quando ne aveva 40..

WAR FILMS
L'interesse per la filmografia "bellica" di Jack Warden è dovuto non tanto alla qualità dei film da lui interpretati (alcuni dei quali, comunque, notevoli) quanto al suo passato di vero marinaio e soldato, che ne fa una figura cinematografica credibile e quasi sempre intelligentemente usata, a volte un vero "valore aggiunto" al film.

The Frogmen, 1951 [Le rane del mare]
Red Ball Express, 1952 [L'autocolonna rossa]
From here to eternity, 1953 [Da qui all'eternità]
Run silent, run deep, 1958 [Mare caldo]
Darby's Rangers, 1958 [Commandos]
The thin red line, 1964 [La sottile linea rossa]
Raid on Entebbe, 1977 [I leoni della Guerra]
RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Chiudi finestra