Chiudi finestra

Jack Palance
di Piero F.

Jack Palance (n. 1919) è di origini ucraine, e il suo vero nome è Walter Palahnuik. Grazie al fisico imponente (era stato un buon peso massimo dilettante) e a un volto dai tratti fin troppo marcati, risultato di una maldestra chirurgia plastica a seguito di ustioni al volto durante la guerra, fu impiegato fin dall'inizio della sua carriera d'attore (quando era ancora Walter Palance) in ruoli di temibile grand vilain.
Il suo personaggio in Il cavaliere della valle solitaria, un pistolero prezzolato calzante minacciosamente un guanto nero, gli diede una nomination all'Oscar e una grande notorietà, e soprattutto gli permise di avere delle parti da protagonista assoluto. I tratti vagamente mongolici lo costrinsero nei panni di Attila (Il re dei barbari) e di Ogodai, il figlio di Gengis Kahn (I mongoli), film entrambi girati in Italia, ma il regista Robert Aldrich lo rivelò al mondo come attore sensibile e intelligente nei tre film che girarono insieme: Il grande coltello, Prima linea e Dieci secondi col diavolo. Palance, in polemica con Hollywood, si stabilì poi in Europa, lavorando con registi impegnati come Jean-Luc Godard e Abel Gance, ma senza mai trovare una parte adatta al suo "phisique du rôle". Dividendosi fra le due sponde dell'Atlantico, si ridusse ad accettare parti di contorno (spesso molto intense, come in I professionisti) e addirittura, ingrassato e addolcitesi le spigolosità dei tratti, personaggi di "cattivi" simpatici e farseschi. Infine, a 70 anni suonati, ottenne affettuosi omaggi da parte di registi giovani, che gli offrirono gustose parti cameo: una di queste, in Scappo dalla città, gli valse l'unico Oscar della sua vita, come attore non protagonista.

WAR FILMS
Non sono numerosi, e a volte assai scadenti, i film bellici interpretati da Jack Palance, ma le sue performance nobilitano regie mediocri, e perfino i "polpettoni" in costume.

Halls of Montezuma, 1950 [Okinawa]
The Sign of the Pagan, 1954 [Il re dei barbari]
Attack! , 1956 [Prima linea]
Ten Seconds to Hell, 1959 [Dieci secondi col diavolo]
The Battle of Austerlitz, 1960 [Napoleone ad Austerlitz]
The Mongols, 1961 [I mongoli]
La guerra continua, 1962 [film italiano, altro titolo: Warriors Five]
L'urlo dei giganti, 1968 [film italo-spagnolo, altro titolo: Operacion Rommel]
La Legione dei dannati, 1969 [film italo-spagnolo, altro titolo: Battle of the Commandos]
RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Chiudi finestra