It.Cultura.Storia.Militare On-Line
invia stampa testo grande testo standard
Bookmark and Share
[HOME] > [icsm WORLD] > [Cinema: Classici di guerra]
Il giorno più lungo - Cast
di Piero Fiorili
[torna indietro]
Fin dall'apparire del film, nella stagione 1962-63, il battage pubblicitario insistette sull'elefantiaco cast all-stars come elemento di maggior richiamo. La tagline su poster e locandine recitava: 42 international stars!, senza peraltro specificare quali fossero.
I titoli di coda elencano, in ordine alfabetico, 60 attori, ma, a dire il vero, è stata fatta un'eccezione: John Wayne doveva essere il penultimo, prima di Stuart Whitman, ma nell'elenco appare dopo di questi, preceduto da un and with che lo qualifica special guest. Comunque, ciò significherebbe che, di questi 60 attori, 18 non sono qualificati come star, e quindi è lecito domandarsi chi fosse considerato tale (almeno nel 1962) e chi no.
La ricerca è più complicata di quanto sembri a prima vista, perché negli anni immediatamente successivi taluni attori "minori" che parteciparono al film, divennero davvero delle star: l'esempio più eclatante è quello di Sean Connery, che nello stesso anno in cui usciva Il giorno più lungo, stava interpretando il suo primo 007.
Può darsi, però, che Connery fosse già incluso nei famosi 42, perché la sua parte (incongruamente comica!) ha un discreto risalto nel film.


Nelle numerose riedizioni del Giorno più lungo, si è assistito perciò a un costante incremento del numero delle international stars: e se un poster italiano del 1962 riproponeva lo stesso numero di 42, corredandolo con altrettante fotografie (purtroppo non ben identificabili), qualche anno più tardi nuovi "cartelloni" ne pubblicizzavano già 44 (e così infatti li ricorda Morando Morandini nella sua recensione). In realtà molti di questi "attori di fama internazionale" non sono mai stati popolari al di fuori dei loro confini nazionali, e in ogni caso alcuni di essi sono oggi completamente dimenticati.
Secondo un famoso detto, «il tempo è galantuomo», perciò sembra più equo il moderno poster (che funge da copertina per DVD e videocassette), il quale raffigura solo tre "mostri sacri" come John Wayne, Henry Fonda e Robert Mitchum, che sono più che sufficienti a qualificare un film di grandi star, senza voler strafare con una raccolta di "figurine", che sono oggi abbastanza misteriose..
Eppure, sul retro delle stesse copertine, non si rinuncia al.. vizietto di riproporre la famosa e fantomatica "parata di stelle": e siamo arrivati 48, ormai, sempre senza sapere chi siano..


Il mio personale tentativo di identificare queste fantomatiche stars, ha preso lo spunto da un poster non originale degli anni '60, nel quale gli attori sono diventati già 43. In calce al poster viene fornito pure un elenco, ma, ahimé, contiene solo 41 nomi!



Ritenendola comunque già una buona base di partenza, ho cercato con pazienza le scene in cui appaiono questi 41, e ho "catturato" i relativi fotogrammi. Di Leslie Phillips, indicato nel cast come "ufficiale della RAF", non ho però trovato alcuna traccia nel film. E' probabile che la sua parte sia stata tagliata nel montaggio (succede spesso, soprattutto quando sono brevi parti), perciò ho fornito una sua immagine di repertorio, in caso qualcuno più attento lo riconoscesse (Chi l'ha visto?!? in tal caso, contatti il sito di ICSM!). In ogni caso, di ognuno di questi 41 segnalo il personaggio interpretato, il corpo in cui è inquadrato, e le azioni belliche cui partecipa.


Eddie Albert
Colonnello Thompson
29° Fanteria - Omaha Beach

Paul Anka
U.S. Army Ranger
Point Du Hoc

Arletty
Madame Barrault
Abitante di Sainte Mére Eglise

Raymond Barr
Capitano di Gruppo J.N. Stagg
Servizio meteorologico R.A.F.

Richard Beymer
Soldato "Dutch" Schultz
82ª Aviotrasp. - S.te Mère Eglise

Bourvil
Sindaco di Colleville
Sword Beach

Richard Burton
Ufficiale di rotta David Campbell
Circolo Ufficiali R.A.F

Red Buttons
Soldato John Steele
82ªAviotrasp. - S.te Mère Eglise

Sean Connery
Soldato Flanagan
3ª Divisione Brit. - Sword Beach

Ray Danton
Capitano Frank
29° Fanteria - Omaha Beach

Irina Demick
Janine Boitard
partigiana francese

Fabian
U.S. Army Ranger
Point Du Hoc

Mel Ferrer
Maggior Generale Robert Haines
Quartier Generale Alleato - Londra

Henry Fonda
Gen. di Brigata Th. Roosevelt Jr.
4ª Divisione Fanteria - Utah Beach

Steve Forrest
Capitano Harding
82ª Aviotrasp. - S.te Mère Eglise

Gert Fröbe
Sergente "Kaffekanne"
Omaha Beach

Leo Genn
Gen. di Brigata Edwin Parker Jr.
Quartier Generale Alleato - Londra

John Gregson
Cappellano militare inglese
6ª Aviotrasportata - Orne/Dives

Donald Houston
Pilota della R.A.F.
Circolo Ufficiali R.A.F

Jeffrey Hunter
Sergente John H. Fuller
Guastatori 29° Fant. - Omaha Beach

Curd Jürgens
Maggior Generale Blumentritt
Quartier Gen. OKW - OB West

Peter Lawford
Gen. Di Brigata Lord Lovat
Commando Forces - Sword Beach

Christian Marquand
Cap. di Corvetta Philippe Kieffer
Commando francese - Ouistreham

Roddy McDowall
Soldato Morris
4ª Divisione Fanteria - Utah Beach

Michael Medwin
Soldato Watney
3ª Divisione Brit. - Sword Beach

Sal Mineo
Soldato Martini
82ª Aviotrasp. - S.te Mère Eglise

Robert Mitchum
Gen. di Brigata Norman Cota
29° Fanteria - Omaha Beach

Kenneth More
Capitano Colin Maud
3ª Divisione Brit. - Sword Beach

Edmond O’Brien
Maggior Gen. Raymond O.Barton
4ª Div. Fant. - Traversata Manica

Leslie Phillips
Ufficiale della R.A.F.
(Parte tagliata nel montaggio?)

Ron Randell
Joe Williams
Pigeons’ Man - Sword Beach

Norman Rossington
Soldato Clough
3ª Divisione Brit. - Sword Beach

Robert Ryan
Gen. di Brigata James M. Gavin
82ª Aviotrasp. - Q.G. Londra

Tommy Sands
U.S. Army Ranger
Point Du Hoc

Rod Steiger
Comandante Cacciatorpediniere
Traversata della Manica

Richard Todd
Maggiore John Howard
2º Batt. Fanteria - Pegasus Bridge

Tom Tryon
Tenente Wilson
82ª Aviotrasp. - S.te Mère Eglise

Peter van Eyck
Ten. Colonnello Ocker
352° Artiglieria - Omaha Beach

Robert Wagner
U.S. Army Ranger
Point Du Hoc

Stuart Whitman
Tenente Sheen
82ª Aviotrasp. - S.te Mère Eglise

John Wayne
Ten. Col. Benjamin Vandervoort
82ª Aviotrasp. - S.te Mère Eglise
 

Non sono proprio tutte delle star internazionali, a quanto pare. A questo punto è opportuno domandarsi chi era il 42° della lista originale. E chi sarebbero inoltre gli altri 6 "famosi attori", che fanno il totale odierno di 48. Si può tentare di ipotizzarlo, in base alla notorietà (comunque molto relativa) dei rimanenti componenti del cast: ne restano infatti 19, dei 60 nei titoli di coda.

Ecco dunque la lista provvisoria degli "esclusi", e i loro ruoli nel film:

Jean-Louis Barrault Padre Louis Roulland
Hans Christian Blech Maggiore Werner Pluskat
Wolfgang Büttner Maggior Gen. Hans Speidel
Pauline Carton partigiana francese
Fred Dur sergente maggiore dei Rangers
Paul Hartmann Feldmaresciallo von Rundstedt
Peter Helm giovane recluta a Omaha
Werner Hinz Feldmaresciallo Erwin Rommel
Alexander Knox Maggior Gen. Bedell Smith
Fernand Ledoux partigiano Louis
Dewey Martin soldato Wilder
Richard Münch Gen. Erich Marcks
Wolfgang Preiss Maggior Gen. Max Pemsel
Madeleine Renaud Madre Superiora
Georges Rivière Sergente Guy de Montlaur
George Segal U.S. Army Ranger
Jean Servais Contrammiraglio Jaujard
Georges Wilson Alexandre Renaud
Richard Wattis soldato britannico

Una proposta per completare una lista di 48 international stars, - per quanto discutibilissima nel suo insieme - deve obbligatoriamente prendere in considerazione George Segal, che divenne veramente una star tra la fine degli anni '60 e i primi '70 (Il ponte di Remagen, Un tocco di classe).

In Italia, inoltre, all'epoca del film erano già molto conosciuti Jean Servais, un'icona del cinema noir francese (Rififi, I fratelli Corsi), e Georges Wilson (Il federale, Le quattro giornate di Napoli).

Hans Christian Blech non è un nome che si ricordi facilmente, ma ha una faccia che non si dimentica: Ken Annakin lo vorrà nel cast del successivo kolossal bellico, La battaglia dei giganti.

Dewey Martin è probabilmente il 42° della lista originale, non solo perché si era fatto notare in Ore disperate, ma anche perché lavorava molto per la TV americana ed era più noto di molti altri attori che in quella lista figurano un po' abusivamente: solo che la sua parte nel Giorno più lungo è stata tagliata quasi completamente, lo si vede solo da morto!

La scelta di Peter Helm quale star rivelatasi in seguito, è forse un po' azzardata, ma non restavano molte alternative.. Ha lavorato nelle serie TV Bonanza, Ironside, Perry Mason, e al cinema lo si può ricordare in Andromeda.

Infine, c'è un personaggio che non appare nei titoli di coda (esiste però un'ulteriore lista - con altri 60 nomi! - ricavata dal diario di produzione), ma questo è diventato davvero una grande star internazionale, anche se non proprio del cinema: si tratta di Bill Millin, il suonatore di cornamusa che nel film interpreta se stesso, dato che partecipò davvero allo sbarco in Normandia al seguito di Lord Lovat, che lo volle assolutamente con sé nonostante il parere contrario dei suoi superiori. Dopo il film, Millin divenne un'icona vivente per i reduci di Normandia, invitato a suonare in tutto il mondo ai vari raduni..


Hans Christian Blech
Maggiore Werner Pluskat
352° Artiglieria - Omaha Beach

Peter Helm
giovane recluta
29° Fanteria - Omaha Beach

Dewey Martin
Soldato Wilder
4ª Divisione Fanteria - Utah Beach

George Segal
U.S. Army Ranger
Point Du Hoc

Jean Servais
Contrammiraglio Jaujard
Traversata della Manica

Georges Wilson
Alexandre Renaud
Abitante di Sainte Mére Eglise

Bill Millin
Piper reggimentale (sé stesso)
Commando Forces - Sword Beach
 

A questo punto, sarebbe opportuno fare qualche considerazione sul concetto di star, perché nel cast del Giorno più lungo vi sono, come abbiamo visto, incongruenze e forzature.
Gli attori americani, diretti da Andrew Marton, hanno goduto (com'era prevedibile) di una particolare attenzione. Attori di secondo piano come Steve Forrest, o appena emergenti come Richard Beymer, sono stati inclusi senza problemi nel Gotha. E' stato incluso addirittura il trio canterino Paul Anka - Fabian - Tommy Sands, i quali dovevano la loro notorietà (peraltro effimera, a parte Anka) alla hit parade e non al cinema: però Marton, simpaticamente, li fa stare sempre insieme come compagnoni: sono i Rangers che scalano la scogliera di Point du Hoc.
Era altrettanto prevedibile che il set tedesco, agli ordini di Bernhard Wicki, fosse trascurato, per quanto zeppo di bravi attori ben noti in Germania: solo tre di questi, che avevano avuto già dei precedenti a Hollywood, sono nella lista delle star: Curd Jürgens, Peter van Eyck e Gert Fröbe.
Anche i francesi non sono stati trattati molto bene: a parte Christian Marquand, che era ben noto in America (intimo amico, tra l'altro, di Marlon Brando) appaiono nella lista dei "famosi" il comico Bourvil e le uniche due donne del cast, la belloccia Irina Demick (che era solo una promessa, peraltro non mantenuta) e la vecchia gloria degli anni '30 Arletty. Non c'è Servais, e non c'è Wilson (secondo il diario di produzione, ci doveva essere anche Daniel Gelin in una piccola parte, ma è stata tagliata nel montaggio). Seppur la loro notorietà fosse limitata al cinema francese (e italiano), si tratta comunque di attori di prestigio, mentre asserire che la Demick era un'international star appare francamente esagerato. E anche un po' ridicolo..
Ma ciò che più sorprende è il cast inglese, la cui unica vera star è Richard Burton (e, in misura molto minore, Kenneth More). Per il resto, Ken Annakin ha messo insieme uno stuolo di caratteristi inclini al genere comico, tra i quali John Gregson, Michael Medwin, Norman Rossington, e lo stesso buffonesco Sean Connery: in effetti il "taglio" di Annakin, chiaramente disneyano, dà l'impressione che si tratti di un allegro picnic in Francia, piuttosto che di un'invasione! Tutta la giocosa combriccola di attori figura nel novero delle star, ma a chi non è un habitué del cinema del Regno Unito (e della sua TV) sembrano tutti degli illustri sconosciuti..
[torna indietro]
RIPRODUZIONE RISERVATA ©
[HOME] > [icsm WORLD] > [Cinema: Classici di guerra]