It.Cultura.Storia.Militare On-Line
invia stampa testo grande testo standard
Bookmark and Share
[HOME] > [icsm ARTICOLI] > [da icsm: II GM]
Guerra nel corno d'Africa
by Damnpuck - 17/02/02
[torna indietro]
Su un altro ng mi hanno raccontato una storia, che io per altro reputo falsa, su un certo generale Volpini che venne ucciso dagli inglesi mentre si stava arrendendo. Fatto qualche rapida ricerca in rete e non ho rovato nessuna traccia circa questo generale. Qualcuno ne sa qualcosa? Esisteva? Esiste un'elenco dei generali italiani della seconda guerra mondiale?

<< Le cose si svolsero così. Il giorno 16 maggio, poco dopo mezzogiorno iniziò un bombardamento che per intensità e durata superò tutti i precedenti. Poi improvvisamente un silenzio assoluto come non era mai avvenuto. Si sentiva nell'aria qualcosa di strano.

Erano esattamente le ore quattordici, quando vidi sbucare da dietro uno sperone che nascondeva la strada in fondo alla valle alcuni mezzi motorizzati; erano proprio nel raggio che io dovevo tenere sotto tiro. Che fare? Dal cielo qualche santo mi aiutò dandomi l'ispirazione di sparare prima alcuni colpi di avvertimento parecchi metri davanti alla piccola colonna che intanto avanzava. Essa si fermò di scatto e dai mezzi scesero alcuni uomini che cominciarono ad agitare fazzoletti bianchi. Affidai la postazione al serg. Magg. FERRO e via così com'ero senza berretto e pistola. In quel mentre un Tenente dell'Esercito veniva ad avvertirmi che alle 14 cessava il fuoco; erano, lo ricordo bene, le 14 e 20.

Mi incamminai verso il comando per quel sentiero che avevo percorso tante volte sotto le cannonate quando vidi avanzare in senso opposto un generale ed altri uomini. Erano il Generale VOLPINI, il Maggiore BRUNO e due graduati dei Carabinieri che andavano incontro alla commissione inglese, quella da me fermata sulla strada, per trattare la resa. Il Generale mi chiese la via per scendere a valle ed io gli indicai quella più breve, una specie di scorciatoia malamente tracciata.

"Troppo ripida" disse. Allora non restava che andare lungo il sentiero che portava al comando del mio battaglione e da lì raggiungere la strada. Così procedemmo; loro avanti ed io dietro. Ad un certo punto incontrai il Tenente IANNI, mio collega, che al sentire di che si trattava suggerì di accompagnarli. Rifiutai perché dovevo andare a riferire quanto mi era successo. Insistette ma al mio diniego rinunciò. Buon per noi!: mentre ero al Comando arrivò la notizia che la nostra Commissione era stata barbaramente trucidata dai ribelli abissini. Tornai, triste e commosso, alla mia postazione. Gli Inglesi erano ancora là in fondo alla valle; aspettarono a lungo e poi quasi al tramonto se tornarono indietro. >>

Dal diario del Ten. pilota Medaglia d'Argento al Valor Militare Aldo RASTRELLI

Il brano è tratto da "Il Reduce d'Africa" Mensile dell'Ass. Naz. Reduci Rimpatriati d'Africa, ANNO XXXIX - N. 8/9 -AGOSTO - DICEMBRE 1999 [qui in rete: http://it.geocities.com/guidocostab/reduce_d.htm]

BYe
Damnpuck
[HOME] > [icsm ARTICOLI] > [da icsm: II GM]